laserelectronic-logopowerseller

"KALASARNA" CAMPANA - IL SOGNO DI UNA VITA MIGLIORE

Scritto da gianpiero.ima..

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
  
Copertina IovernoDalla scorsa primavera-estate in libreria, questa fatica editoriale del campanese Domenico Ioverno non avevamo ancora avuto occasione di presentarla: adesso l'occasione ci è fornita dalla recensione fattane dal dr. Eugenio Santoro. L'autore è noto in tutto il circondario come "il fotografo storico di Campana"; quanto al recensore, è conosciuto (oltre che a livello nazionale per meriti professionali) dai nostri utenti e visitatori in particolare per aver noi anni fa pubblicato su questo stesso portale unknown una o unknown due recensioni a nostra volta di suoi libri.

L'opera di Ioverno è edita dall'editore Falco (Isbn: 978-88-6829-210-2), sul cui sito è presentata così:

""
I vari argomenti trattati in questo libro lo rendono un’opera di grande interesse storico, del recente, antico ed antichissimo passato, del costume, delle tradizioni, delle miserie materiali sociali e culturali, dei pregiudizi, della efferata repressione politica dall’antichità sino a non molto tempo fa. Le esperienze dirette vissute dall’autore, le impressioni disgustose della esagerata differenza di classe, lo scempio della situazione sociale che subivano gli 'spoggiati' – le persone che alla vecchiaia rimanevano sole – all’inizio del 1900, sotto il regno dei Savoia, senza nessun vitalizio, affidati alla carità della povera gente, buttati e lasciati marcire in una specie di lazzaretto chiamato Ospitale. L’autore descrive non solo i racconti drammatici e le sofferenze di quei relitti umani, provandone un grande risentimento ed un’immensa pietà, ma anche altre situazioni incresciose e drammatiche vissute in tempi più recenti dovute sempre alla miseria e alla mancanza di cultura. Dopo tante brutture, mette in risalto anche alcune manifestazioni positive tradizionali, che anche in quella vita grama, al limite della sopravvivenza, esistevano, come i meravigliosi canti popolari dei quali se ne assaporava tutta la magia, di alcune forme di grande maestria artigianale contadina, del modo tradizionale e allegorico di fidanzarsi ed altre manifestazioni anch’esse semplici ed interessanti.
""

Naturalmente la presentazione scritta invece da Eugenio Santoro dopo aver letto il libro del compaesano è molto più sentita e, vorremmo dire "compenetrata": né potrebbe non esserlo, stante le 'corde' emotive toccate dal Ioverno nel suo sforzo di rappresentazione di una realtà perlopiù remota ma non per questo meno scolpita nella carne viva di tutti coloro che di questo passato remoto restano ancora vitale testimonianza.

Riportiamo la recensione di Santoro sia in questo sottostante 'snapshot', sia in altra pagina (formato Acrobat) raggiungibile con good  questo link.

snapshot2

  
A tutti buona lettura!
   
joverno incavallicata3   joverno3

 

   

   

linkchecking powered by Union Development
0
0
0
s2smodern
powered by social2s

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

jDownloads Tree

Vocabolario

Visita o dai un contributo al nostro vocabolario delle parole e dei modi di dire

GuestBook

 Firma il libro degli ospiti 

Firma pure tu il nostro libro degli ospiti