Speciale elezioni: intervista ai due protagonisti del confronto elettorale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

  

Poiché, sul portale, nei commenti dei nostri utenti emergeva ed ancora emerge (v. Francesco, Filomena-Agostino ¿ , ecc.) un sanoAmmiccamento scetticismo nei confronti dei programmi elettorali genericamente intesi, in quanto almeno in teoria sarebbe alla portata di tutti compilarli a forza di copia&incolla (pur nell'assolutissima convinzione che non è questo il caso, si dice comunque che a pensar male non si fa mai peccato...Ammiccamento), in qualità di co-admin di Campanesionline ho invitato ciascuno dei due capilista della competizione elettorale di Campana ad un'intervista separata, e per l'occasione  ho puntato a cercar di rivolgere loro alcune domande  "al cancarenìellu" .
 

good domandegianpieroUno alla volta ognuno di loro, lontano dagli impegni chiassosi della propria macchina elettorale in fermento, perfettamente a suo agio su di una comoda poltrona accanto al caminetto, caffé in tazzina appena fuoriuscito dalla moka, ha risposto alle domande con molta serenità e fair play.

Dieci domande, le stesse per entrambi. Ma per assicurare una par condicio che non fosse solo formale, nel prepararle ho tenuto conto del fatto che Pasquale Manfredi avrebbe potuto tendere inconsapevolmente a sottolineare le cose fatte durante il suo precedente mandato.  Pertanto, ho avuto cura di elaborare le domande in chiave di prospettiva decisamente futura, perché questa é ciò che interessava scandagliare. E comunque neanche tanto un 'bignamino' del programma elettorale, bensì piuttosto una enunciazione 'secca' di idee concrete soprattutto sulle priorità da affrontare, con quale tempistica e con quali risorse, a partire dal giorno dopo la proclamazione degli eletti.

A questo proposito va precisato che le interviste sono state svolte tre giorni good intervistamimmofa, venerdì mattina e venerdì pomeriggio, ancora all'oscuro dei programmi ufficiali delle due liste, che probabilmente nel frattempo erano in fase di stesura all'interno delle sezioni elettorali dei due relativi team. Dunque, le domande si sono articolate nel decalogo riportato qui sotto, seguite dalle risposte di Mimmo e da quelle di Pasqualino.

Quali dovrebbero essere le priorità da individuare come caratterizzanti il tuo eventuale mandato ?
Mimmo: 1° occupazione (almeno 150 posti attraverso il rilancio di progetti come la Ca.Ve.Sa., l'R.S.A., e una 'Ronza' attivata lungo l'intero arco dell'anno)
2° sanità (istituzione del Pronto Soccorso)
3° viabilità (sia interna che esterna al nucleo urbano).
Pasqualino: 1° lavoro
2° sicurezza (non tanto o non soltanto nei confronti dei fenomeni di microcriminalità, quanto anche in riferimento ai danni derivanti dagli incendi estivi)
3° ambiente.

Risanamento del Centro Storico e suo sfruttamento turistico: gestito capillarmente dal Comune, oppure affidato a trattativa privata come pacchetto d'insieme ?

M.: Risanamento e riutilizzo gestiti dal Comune e sottoposti a un controllo costante.
P.: Entrambe le modalità. Messa in sicurezza della zona a destra dell'asse principale del Centro Storico (appalto già realizzato). Restauro conservativo e creazione di un Museo per quanto riguarda la torre normanna e il campanile.

Per il Consorzio Ca.Ve.Sa. un futuro di Ente sovracomunale o di Ente comunale ?
M.: Non solo confermare il Consorzio fra i tre Comuni per moltiplicare le richieste di finanziamenti, ma anche cercare di allargare il Consorzio pure a Bocchigliero.
P.: Pur se l'estensione dei terreni va considerato un valore aggiunto, il Consorzio è molto a rischio. Meglio orientarsi verso l'individuazione di un imprenditore che attraverso una propria gestione di attività di caccia e di allevamento sia capace di garantire introiti al Comune.

Incavallicata: gestione comunale o affidamento dell'intero sito a conduzione di società private ?
M.: Fondamentalmente gestione pubblica, attraverso la costituzione di cooperative che assicurino manodopera locale; qualora dopo un certo arco di tempo i risultati non fossero soddisfacenti, verrebbe attivata una seria ricerca di una Società, affermata magari anche a livello internazionale nella promozione di circuiti archeologico-culturali, per arrivare ad una convenzione che garantisca vantaggi economici per il Comune.
P.: Gestione comunale mediante occupazione di giovani del servizio civile assumibili localmente attraverso apposite procedure ministeriali.

Grotte in paese (es. Zimmarelle): ripristino per un inserimento in percorsi turistici o mantenimento dell'attuale uso privatistico ?
M.: Si tratterebbe innanzitutto di verificare se sono attribuibili a datazioni preistoriche oppure più recenti. Solo nel primo caso meriterebbero di venire assimilate ad altre grotte più interessanti sotto il profilo archeologico (es. Ornarito) e quindi da sottrarre all'attuale uso privatistico per inserirle in un circuito di turismo culturale insieme con il sito dell'Incavallicata.
P.: Nel breve periodo non è previsto cambiamento; a lungo termine potrebbero essere assimilate alle grotte sparse sul territorio per realizzare un unico percorso di turismo culturale.

Ci faresti una elencazione degli interventi su strade comunali extraurbane secondo te, in ordine di priorità ?
M.
: 1° Completamento della strada per Santa Marina
2° Strada Ciglio-Fiumenicà
3° Torracca Superiore-Torracca Inferiore
4° Itinerari individuabili a richiesta di un certo numero di proprietari di singoli piccoli appezzamenti in coltivazione.
P.: 1° Gammicella
2° Torracca
3° Santa Marina
4° Minnuòsciulu.

Ci faresti una elencazione di interventi di mantenimento contro il dissesto idrogeologico secondo te, in ordine di priorità ?
M.
: 1° Strada per il Raio, discendente dalla zona dell'Incavallicata
2° Consolidamento dell'abitato sia sul lato sinistro che sul lato destro dell'asse principale del Centro Storico
3° Consolidamento della tratta Sappo-Casello Montagna.
P.: 1° muro di sostegno del complesso Istituto comprensivo
2° sollecitazione della Provincia per intervento di consolidamento di una zona franosa esistente circa 100 metri prima dell'Incavallicata
3° Consolidamento di tratti che conducono all'acquedotto di S.Angelo.

Quali dovranno essere, secondo te, le modalità di affidamento alle fonti di energia rinnovabile per il fabbisogno energetico dei servizi pubblici
?
M.: Cooperative per la realizzazione e conduzione di impianti di bio-masse ad approvvigionamento legnoso. Utilizzo del 'Conto energia' (per impianti di pannelli fotovoltaici, N.d.R.) per gli edifici pubblici come Municipio, R.S.A., Istituto Comprensivo; sempre per mezzo di pannelli fotovoltaici da installare, però affittando spazi su tetti privati, si conta di abbassare anche la bolletta energetica relativa alla illuminazione pubblica. Erezione di impianti di energia eolica (in convenzione con ditte private e in località da individuare secondo criteri di efficacia e di basso impatto ambientale) per il fabbisogno energetico dell'acquedotto S.Angelo.
P.: Con un piano d'ammortamento di 3-4 anni: centrale energetica a bio-masse (utilizzando legno locale) e impianti fotovoltaici.

Come reperire i fondi per gli obiettivi più ambiziosi del tuo eventuale mandato amministrativo ?
M.: Si fa affidamento fondamentalmente sui fondi regionali (sia POR che PSR). Ai fondi della Comunità europea si accederà con progetti fatti da esperti delle varie 'Misure', coi quali già non mancano generici contatti.
P.: Fondi strutturali per strade interpoderali (POR) e impianto a bio-masse.  I.N.A.I.L. per eliminazione barriere architettoniche (Istituto comprensivo, Cimitero). Preciso orientamento a non limitarsi a rivolgersi solo a Regione, Provincia, Ministero dell'Ambiente.

Quali, gli obiettivi da perseguire, e possibilmente raggiungere, nei primi trecento giorni ?
M.
: Riorganizzazione di tutto quanto il personale attualmente a disposizione del Comune, nella prospettiva di una efficienza serena e senza favoritismi. Premere sulla R.S.A. per attivare subito una mobilità dei dipendenti a vantaggio dell'occupazione locale. Grande attenzione a tutte le nuove possibilità di inserimento nell'ambito delle R.S.U.
P.: Riorganizzazione della macchina amministrativa. Allacciamento idrico sia dai pozzi di Montagna e Ficuzza, sia dall'acquedotto rurale (con parziale potabilizzazione). Sensibilizzazione della SORICAL per interventi di riparazione sull'acquedotto di sua pertinenza (Lese).


good intervistapasqualinoBene, le due interviste sono finite.  Ma se in questa loro trascrizione avessi commesso involontari errori di interpretazione del pensiero degli intervistati, magari a causa della necessità di sintetizzarlo, nel mentre che mi scuso con gli interessati li inviterei ad apportare eventuali correzioni intervenendo direttamente nel Forum.

Analogamente, pur nell'accollarmi appunto la responsabilità di eventuali fraintendimenti, nell'eventualità che i nostri utenti e visitatori volessero chiedere chiarimenti e/o precisazioni sul pensiero dei due capilista, li pregherei di rivolgersi direttamente a loro nel Forum.  Perché, d'altra parte, con i nostri utenti e visitatori vorrei invece scusarmi soprattutto qualora ritenessero che, nell'elaborare queste dieci domande, non fossi riuscito a far uso di "cancarenìelli" sufficientemente "iuschénti" Risata .  Quindi magari fatelo voi nel Forum, e le mie consideratele delle semplici f.a.q. per 'rompere il ghiaccio' Ammiccamento .

Dissociandomi infine dai "nonnismi" pseudo-elettorali che in questi ultimi tempi trovano spazio su Facebook, talvolta anche ingenuamente banalizzando controverse e pericolose materie giuridico-istituzionali, per il momento non mi resta che concludere con un equidistante "in bocca al lupo" ad entrambi. Escluderei decisamente l'espressione "vinca il migliore" perché qui non esiste nessun "peggiore"; pertanto qualunque sia il risultato dell'urna: vinca Campana ! Sorriso

  

Dieci domande, le stesse per entrambi. Ma per assicurare una par condicio che non fosse solo formale, nel prepararle ho tenuto conto del fatto che Pasquale Manfredi avrebbe potuto tendere inconsapevolmente a sottolineare le cose fatte durante il suo precedente mandato. Pertanto, ho avuto cura di elaborare le domande in chiave di prospettiva decisamente futura, perché questa é ciò che interessava scandagliare. E comunque neanche tanto un 'bignamino' del programma elettorale, bensì piuttosto una enunciazione 'secca' di idee concrete soprattutto sulle priorità da affrontare, con quale tempistica e con quali mezzi, a partire dal giorno dopo la proclamazione degli eletti.

linkchecking powered by Union Development
0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

jDownloads Tree

Vocabolario

Visita o dai un contributo al nostro vocabolario delle parole e dei modi di dire

GuestBook

 Firma il libro degli ospiti 

Firma pure tu il nostro libro degli ospiti