La Giornata della Memoria e le elezioni democratiche

Scritto da gianpiero.ima..

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
  
binario21 bis smallIl 27 p.v. si celebrerà la Giornata della Memoria. Come tutti gli anni. Però quest'anno ti càpita che il giorno prima si tengono le elezioni regionali in Emilia e in Calabria.

Per queste ultime il gruppo SQN, di cui personalmente faccio parte, su iniziativa della sua redazione ha ospitato, sulle pagine appunto del blog campanese unknown SoloquanTonevica, alcuni articoli sull'argomento scritti direttamente dai lettori.

Per quanto invece riguarda una possibilità di contributo da parte di Campanesionline ad una di quelle tematiche (o ad entrambe) sono dell'idea che le due ricorrenze sopra dette siano percorse da un fil rouge molto sottile pur se solo contingentemente.

Quindi colgo l'occasione offertami da un sito dedicato alla Scuola dell'età evolutiva (Focus Junior, Mondadori) che mostra i frutti dell'ideologia nazifascista attraverso il diretto racconto di Liliana Segre, come si vede nel sottostante snapshot.

Junior new

Già il dispregio verso il ricorso alle urne da parte dei regimi richiamantisi a quella ideologia farebbe cogliere un po', per secca contrapposizione, il fil rouge con le elezioni ricorrenti in democrazia, ma ciò che assai di più balza all'occhio è l'avversione che verso l' "ebrea" Liliana Segre mostrano certe forze politiche impegnate direttamente o indirettamente in questa tornata elettorale.

L'ideologia fatta più o meno apertamente trapelare da alcune formazioni, anche paramilitari, che supportano alcuni attuali partiti, basata sul suprematismo razziale, sul negazionismo dell' "Olocausto", talvolta addirittura sull'esaltata giustificazione delle camere a gas, altro non è che la sorella maggiore dell'ostentato menefreghismo verso gli affogati del Mediterraneo.

E quando le sorelle minori crescono con rapidità giorno dietro giorno, egoismo dietro egoismo, odio dietro odio, paura dietro paura, chi per ignoranza, miopia, utilità personale, o altro ancora, ne agevola la crescita, se ne assume la corresponsabilità.

Cioé la complicità: inutile menare il can per l'aia.

  

  

linkchecking powered by Union Development
0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

jDownloads Tree

Vocabolario

Visita o dai un contributo al nostro vocabolario delle parole e dei modi di dire

GuestBook

 Firma il libro degli ospiti 

Firma pure tu il nostro libro degli ospiti