Speciale elezioni comunali 2010 - Presentazione programmi

Scritto da Salvatore Lepiane.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

cittadini.....Dopo la pubblicazione delle due liste procediamo con la pubblicazione dei rispettivi programmi elettorali.

Il programma elettorale è già un programma di governo della città.

Svolta una parte introduttiva, d’impostazione politica, si articola per obiettivi ai quali corrispondono schede sintetiche e concrete, che rendono visibili gli impegni, facilitano una lettura puntuale della continuità delle politiche e dei cambiamenti e preparano la stesura del programma di mandato che sarà discusso e approvato fin dalle prime riunioni del nuovo consiglio comunale.

Una volta poi esaurito tutto l'arco di tempo amministrativo previsto dalla legge, verrà stilato un "bilancio di fine mandato", a norma della direttiva del 17/02/06 del ministero della funzione pubblica (g.u. 16/03/06), per dare conto degli interventi realizzati.

Non è raro purtroppo il caso in cui un bilancio di mandato riveli alla fine, rispetto agli obiettivi prefissati nel programma di mandato, un'avvenuta operatività inferiore (che naturalmente l'amministrazione uscente si sforzerà di giustificare con i cittadini); ma più grave ancora apparirebbe un programma di mandato più povero di contenuti rispetto al programma elettorale: dal momento che è proprio su quest'ultimo che in campagna elettorale è stata chiesta la fiducia degli elettori, ciò significherebbe già un pessimo inizio del  percorso amministrativo.  
Inoltre, poiché ogni realizzazione  naturalmente comporta un costo economico, tra gli elementi basilari di  una analisi di fattibilità (che già nel programma elettorale andrebbe  prevista) sarebbe fondamentale fossero citate le risorse economiche di  copertura dei costi delle realizzazioni promesse dal programma  elettorale stesso.

 

Iniziamo per ordine:

Lista n.1 Risolleviamo Campana con candidato a sindaco Lerose Mario Mimmo. Lista n.2 Il futuro è nelle tue mani con candidato a sindaco Manfredi Pasquale.

unknown Programma della lista n.1

Risolleviamo Campana

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA CIVICA

 

“Lerose Sindaco”

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 28 – 29 MARZO 2010

La lista civica “Risolleviamo Campana” considera come obiettivo primario la partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa: sia i grandi temi che le piccole iniziative devono veder coinvolto il popolo poiché riteniamo che fare politica significhi mettersi al servizio dei cittadini ed offrire la propria competenza ed esperienza per perseguire gli interessi comuni; con questo presupposto nasce il nostro progetto di rinnovamento, per fare in modo che, creando migliori condizioni di vita, le nuove generazioni possano scegliere di  rimanere nel proprio paese e impedirne lo SPOPOLAMENTO.

La creazione di nuovi posti di lavoro sarà la finalità prioritaria della lista “Risolleviamo Campana” perché siamo pienamente convinti che tutti hanno diritto ad un posto di lavoro stabile e ben retribuito; per questo ci batteremo con tutte le nostre forze per permettere a tutti i giovani e tutti i padri di famiglie di riconquistare la propria autonomia dal punto di vista economico e sociale. La lista “Risolleviamo Campana” ha la capacità e l’esperienza necessaria per mettere in atto una vera e propria rivoluzione culturale e lavorativa, come si vede anche nella rappresentazione del nostro simbolo, l’Homo Faber e la Campana; attraverso questo simbolo vogliamo lanciare un chiaro messaggio: per risollevare Campana c’è bisogno di lavoro produttivo. Ci proponiamo dunque di avviare al lavoro almeno 150 disoccupati. Per raggiungere tale scopo abbiamo un chiaro progetto che coinvolgerà tutti gli enti sovracomunali (comunità montana-provincia-regione-stato-unione europea).  

 

Metteteci alla prova! Dateci la possibilità di dimostrarvelo!!!

 

1- Lavoro e Occupazione

 

 

  • Rinascita della Ca.Ve.Sa (consorzio tra i comuni di Campana-Verzino-Savelli) per lo sviluppo agrituristico-venatorio  ed iniziative collegate che creeranno occupazione.
  • Sfruttamento di tutte le opportunità per la massima occupazione.
  • Sostegno delle professionalità e delle competenze di cooperative di giovani disoccupati.
  • Ampliamento della RSA Rizzo (Residenza Sanitaria Assistenziale) di Campana a 60 posti letto al fine di creare nuove opportunità di lavoro.
  • Valorizzazione del Parco Fieristico della Ronza per la creazione di nuovi posti di lavoro.
  • Rilancio dei prodotti tipici locali: Castagne, Olio, Latticini, Carni, Funghi ecc. per avviare nuove attività produttive.

 

2- Istruzione, Cultura, Sport e Associazionismo

 

  • Attenzione alle problematiche dell’ Istituto Scolastico Omnicomprensivo per renderlo un ambiente sano, sicuro e accogliente.
  • Impegno per la riapertura dell’ I.P.S.I.A. (Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato).
  • Creazione di una Biblioteca Comunale Multimediale.
  • Sostegno alle Associazioni Culturali esistenti e di nuova costituzione.
  • Incentivazione delle attività sportive come elemento di divertimento ed integrazione sociale per i giovani campanesi.

 

3- Lavori Pubblici

 

  • Approvazione Piano Regolatore.
  • Completamento con Bitume delle Strade Interne.
  • Adeguamento Via Don Roberto Migliacci.
  • Realizzazione Prolungamento Via Mattia Preti (Parallela Via Roma).
  • Realizzazione tratto Via Catanzaro.
  • Completamento Marciapiede piazza Santa Croce-Madonna delle Grazie con illuminazione.
  • Realizzazione Marciapiede San Leonardo-Cimitero con illuminazione. 
  • Miglioramento percorribilità strada  Provinciale Campana-SS106 ionica
  • Ammodernamento della Rete Idrica urbana.
  • Adeguamento della Rete Fognaria e della depurazione.
  • Creazione Parco Giochi Attrezzato per Bambini (Villa Berlinguer).  
  • Cura e abbellimento del centro abitato e del verde pubblico.  
  • Recupero e messa in sicurezza del Centro Storico.  
  • Recupero e Valorizzazione del Parco dell’Incavallicata. 
  • Creazione di un bacino idrico per l’antincendio e la pesca sportiva. 
  • Favorire la realizzazione di “Centrali” per la produzione di energia rinnovabile (eolica, solare, biomasse, ecc...). 
  • Abbattimento delle barriere architettoniche.
  • Eliminazione di ogni fonte inquinante (eternit, discariche abusive, ecc.). 
  • Completamento della viabilità interna.
  • Difesa e tutela delle strutture comunali del patrimonio collettivo. 

 

 

 

4- Viabilità Interpoderale 

 

  • Ripristino di tutte le Strade Interpoderali esistenti.
  • Completamento Ponte Fiume Nicà con strada di accesso dal Ciglio e collegamento con la contrada “Foresta-Corica-Minosciolo”.
  • Collegamento strada “Torracca Inferiore-Torracca Superiore”.
  • Prolungamento Strada “Nepitetto”.
  • Ripristino Strada “Incavallicata-Raio”.
  • Disponibilità a realizzare ulteriori strade interpoderali di interesse collettivo.

 

 

5- Sanità

 

  • Creazione di un punto di Primo Soccorso Attrezzato.
  • Sostegno alla struttura RSA.
  • Pieno sostegno della casa di riposo Rizzo e del centro di piazza Sant’Antonio
  • Rafforzamento Specialistica Ambulatoriale con richiesta di nuovi servizi specialistici (cardiologia, geriatria, pediatria, ecc)
  • Servizio Analisi cliniche.
  • Presenza settimanale del medico sanitario.
  • Postazione di guardia medica efficiente e attrezzata.

 

 

6- Servizi, Politiche Sociali ed Assistenza

 

  • ADSL.
  • Supporto ai disoccupati per avviamento al lavoro.
  • Aiuti economici alle famiglie con Bambini a carico.
  • Assistenza Domiciliare agli anziani.
  • Assistenza e Supporto alle famiglie con persone bisognose di cure.
  • Sostegno alle famiglie in situazione di disagio economico e sociale.
  • Reale avviamento della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani per la tutela dell’ambiente.
  • Creazione di uno sportello info-lavoro.
  • Miglioramento dei servizi comunali.
  • Accoglienza e integrazione sociale di tutti gli abitanti.
  • Riduzione delle tasse comunali ai residenti.
  • Miglioramento della ricezione dei segnali TV digitali e di telefonia mobile su tutto il territorio.

 

7- Agricoltura, Zootecnia e Forestazione

 

  • Valorizzazione e Sfruttamento delle risorse agricole locali.
  • Richiesta di finanziamenti P.O.R. e P.S.R. Calabria di supporto per la creazione di attività in agricoltura.
  • Valorizzazione delle risorse forestali come bene cittadino.
  • Impegno a garantire la permanenza del Corpo Forestale dello Stato.
  • Valorizzazione delle produzioni tipiche e di qualità es. Castagno.
  • Incentivazione e sensibilizzazione per la produzione di prodotti agricoli Biologici.
  • Cura e tutela del patrimonio boschivo e dei frutti del sottobosco.
  • Redazione di un piano di assestamento forestale come strumento per pianificare lo sfruttamento razionale e costante del bosco.
  • Utilizzo intelligente della risorsa legname dei boschi comunali.
  • Miglioramento della difesa idrogeologica e salvaguardia dell’ambiente.
  • Risanamento e rilancio del patrimonio zootecnico locale (bovina podolica, capra rustica, suino nero, ecc).
  • Regolamento del commercio del bestiame.
  • Promozione dell’associazionismo e cooperativismo degli allevatori e degli agricoltori.
  • Recupero e riapertura del mattatoio comunale.
  • Servizio efficiente di prevenzione e intervento contro gli incendi.
  • Ripopolamento floro-faunistico.

 

 

8- Attività Produttive e Turismo

 

  • Richiesta di finanziamenti per la creazione di attività per la valorizzazione delle produzioni locali.
  • Supporto a privati che vogliano intraprendere iniziative nei settori delle tipicità locali.
  • Recupero di strutture nel centro storico come attività turistiche.
  • Avviamento della politica delle case albergo pubbliche e private.
  • Turismo venatorio.
  • Agriturismo.
  • Realizzazione di sentieri naturalistici.

 

DAI UN VALORE AL TUO VOTO
SCEGLI DI RISOLLEVARE CAMPANA!!!

 

unknown Programma della lista n.2

Il futuro è nelle tue mani

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA CIVICA

 

“Manfredi Sindaco”

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 28 – 29 MARZO 2010

La lista civica “MANFREDI SINDACO” nasce all’insegna dell’autonomia dai partiti, come espressione della realtà sociale, economica, lavorativa e dell’intera società civile di Campana. Le persone che la compongono intendono impegnarsi, al di là degli schieramenti politici e dei convincimenti ideologici, in una collaborazione di governo unitaria, per garantire ai cittadini di Campana un’elevata qualità della vita caratterizzata da:

  • Riconoscimento della centralità della persona con i suoi bisogni e le sue aspettative
  • Aiuto alla famiglia come nucleo fondamentale della società
  • Attenzione ai più deboli (bambini – anziani – disabili)
  • Riconoscimento del lavoro come realizzazione delle aspirazioni dell’individuo ed in particolar modo dei giovani
  • Tutela e valorizzazione dell’ambiente, delle tradizioni e del territorio
  • Riconoscimento del valore della cultura quale strumento per l’elevazione e la crescita della persona

La lista civica “Manfredi Sindaco ” è consapevole che il Comune è il livello amministrativo più vicino ai Cittadini, ad esso si possono rivolgere quotidianamente e con esso devono identificarsi; pertanto la nostra azione s’ispirerà ai valori ed ai bisogni fondamentali d’ogni persona: Legalità – trasparenza – solidarietà – competenza - efficienza ed efficacia.

Vogliamo un’Amministrazione che lavori sempre meglio ed  esclusivamente per il bene del paese, che continui a recuperare la fiducia dei Campanesi, riconoscendone e tutelandone i diritti ed impegnandosi ad ascoltarne e soddisfarne i bisogni.

A tale scopo assumiamo i seguenti indirizzi programmatici:

 

DEMOCRAZIA – TRASPARENZA – LEGALITA’

Valori essenziali da tutelare e da ottimizzare sono la democrazia e la partecipazione dei cittadini alle scelte che li riguardano. C’è la necessità di un rilancio forte della partecipazione dei cittadini alla “cosa pubblica”: questa lista ne fa uno dei punti qualificanti del proprio programma elettorale.

Proponiamo, a tal fine, oltre agli strumenti tradizionali,

  • anche canali più innovativi ed agili, ormai utilizzati diffusamente ( internet ecc.) per la pubblicazione di tutti gli atti adottati dal Comune, oltre che l’istituzione di un organo d’informazione periodica;
  • più frequente dovrà essere la convocazione dei Consigli Comunali: le sedute del Consiglio sono pubbliche, e, in relazione a tematiche di particolare rilievo ed importanza,  si favorirà la partecipazione e la possibilità d’interventi documentati da parte della popolazione mediante Consiglio comunali aperti;
  • per un costante collegamento tra l’Amministrazione ed i Cittadini e per un’efficace attività amministrativa si organizzeranno incontri periodici, mediante assemblee pubbliche in Piazza;
  • si istituirà un Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) per creare un filo diretto con i cittadini
  • si potrà ricorrere, mediante Referendum, alla consultazione diretta dei cittadini su tematiche di particolare rilevanza per il nostro Paese;
  • sarà indetta convocazione annuale di una assemblea popolare in occasione del dibattito sulla stesura del Bilancio preventivo e di quello consuntivo (Bilancio Partecipato);
  • è prevista l’ istituzione di un tavolo permanente di confronto con tutte le realtà associative locali.

 

LINEE PROGRAMMATICHE

 

1. LAVORO PRIMA DI TUTTO

Da decenni, negli ambienti montani è In atto un processo di spopolamento dei paesi legato all’esodo dei giovani costretti per mancanza di lavoro ad emigrare al Nord o all’estero.

Paesi che fino al periodo compreso fra le due guerre mondiali contavano centinaia d'abitanti, anche arroccati a notevole distanza dai centri maggiori, sono ora ridotti ad un pugno di case abitate, o, nella maggior parte dei casi, a nuclei di seconde case ristrutturate circondate da ruderi ed assediate dall’avanzare della vegetazione che si sta riappropriando degli spazi sottrattigli nei secoli passati. Il cambiamento economico che ha investito il nostro Paese a partire dagli inizi degli anni ’50 (l’emigrazione e lo sviluppo industriale dei centri abitati del Nord) ha innescato un processo piuttosto rapido d'esodo della gente dalla montagna, con gravi ripercussioni sia sul territorio, non più soggetto ad un controllo capillare, sia sull’identità socio–culturale delle popolazioni stesse. Nonostante i vari interventi in ambito politico e legislativo, finalizzati a ridurre la portata del fenomeno dello spopolamento con l’emanazione di norme o provvedimenti tesi a migliorare le condizioni sociali ed economiche dei territori montani, il processo d'esodo dai centri abitati, soprattutto di quelli minori, sembra essere diventato ormai irreversibile. Aiuti economici non seguiti da un'adeguata politica di salvaguardia del territorio e delle attività economiche, uniti alla continua evoluzione del panorama legislativo che crea sempre nuove regole, restrizioni e una pressante ed incomprensibile burocrazia, hanno generato un quadro che, se letto nella sua globalità, ha portato dei benefici parziali o insufficienti per la maggior parte degli abitanti della montagna (vedi ad esempio le restrizioni imposte a livello sanitario agli allevamenti  ecc…). Occorre pertanto ricercare e creare delle condizioni volte a migliorare le condizioni socio-economiche, in modo da frenare questa tendenza all’esodo.

Le azioni punteranno soprattutto su:

  • Risorse ambientali, paesaggistiche e culturali già proprie della montagna.
    Ciò si traduce nella creazione di politiche che, sfruttando questo straordinario insieme di risorse, puntino a sviluppare e valorizzare le stesse al fine di trattenere in loco l’elemento “UOMO” e soprattutto i giovani, ai quali andrebbe riservata un’attenzione particolare al fine di invogliarli ad investire nella montagna. Non grandi progetti, ma semplici azioni mirate, in grado di invertire o quantomeno ridurre la tendenza all’esodo. (Per es. rilancio delle cooperative esistenti e creazione di nuove per  rendere le nostre ricchezze: boschi, castagneti, prodotti del sottobosco, agricoltura e zootecnia volani per lo sviluppo economico del nostro territorio)
  • Sviluppo della viabilità e delle reti tecnologiche, ed inoltre diffusione di centri scolastici/formativi  dove i giovani possano apprendere l’arte di un mestiere da praticare poi in età adulta sul loro territorio.
  • Un ruolo importantissimo nel processo di sviluppo, assume  il Turismo che deve essere incrementato in maniera equilibrata, evitando di importare  modelli già adottati in aree diverse che potrebbero rivelarsi nel tempo dannosi e non razionali (ne abbiamo già esempi in Regione e purtroppo si pensa ancora di riproporli in certe zone…).
    Lo sviluppo turistico di un’area deve partire da uno studio che tenga conto delle peculiarità e delle diversità dell’ambiente, deve essere condotto stimolando e responsabilizzando i singoli privati ad investire sul territorio e deve puntare alla qualità piuttosto che alla quantità.
  • La valorizzazione ed il rilancio delle risorse agricole e forestali (prodotti tipici della terra, prodotti lattiero-caseari, derivati dalla macellazione, boschi) delle valenze naturali, dell’artigianato locale.
  • Investimenti nelle fonti energetiche rinnovabili, (riduzione dei costi di alcuni servizi e dei carburanti), recupero del patrimonio edilizio esistente.
  • La Prevenzione dalle calamità naturali,  il miglioramento delle vie e dei canali di comunicazione (strade e fibra ottica), il corretto inserimento di nuove infrastrutture nell’ambiente, sono tutti elementi che devono interagire fra di loro nell’ambito di una corretta politica di sviluppo integrato delle varie risorse, al fine di creare investimenti sul territorio e incrementare i posti di lavoro.

Le azioni politiche di sviluppo economico devono essere portate avanti tenendo conto e delle specifiche caratteristiche dei singoli ambienti, e, soprattutto, delle necessità della gente che vive in quei luoghi, condividendo con essa le scelte, le azioni  gli obiettivi. Solo ponendo la persona al centro dell’attenzione, avremo le condizioni necessarie per valorizzare l’ambiente montano ed il turismo.

Si potrà così pure ristabilire quell’ equilibrio UOMO – NATURA (che nel tempo si è andato disgregando) e consolidare la permanenza delle popolazioni e delle attività economiche nelle vallate, creando magari le condizioni per un’inversione di tendenza allo spopolamento.

 

2.TUTELA E SICUREZZA DEI CITTADINI

Nell’ambito delle competenze comunali, per  tutelare la tranquillità della vita quotidiana dei cittadini,  e per prevenire l’insorgere di fenomeni delinquenziali e di degrado sociale, ci impegniamo ad aumentare il controllo del territorio anche con  eventuali  accordi con altri enti locali e con le forze dell’Ordine (Patto di sicurezza).

 

3. ASSETTO DEL TERRITORIO,  URBANISTICA  E  AMBIENTE

Si punterà allo Sviluppo del territorio con opere urbanistiche ed infrastrutture pubbliche,  attraverso il sistema dell’urbanistica partecipata e seguendo i percorsi definiti dalle leggi regionali degli Accordi di Programma con i privati (che permettono all’Amministrazione comunale di ottenere opere ed infrastrutture per la collettività senza incidere economicamente sui bilanci comunali, e consentono una realizzazione veloce e soprattutto certa di quanto previsto nello strumento urbanistico)

Le azioni :

  • Regolamento di Bioarchitettura e Risparmio energetico per incentivare l’adozione di tecniche costruttive in bioedilizia e impiantistiche atte a favorire il risparmio energetico.
  • Accelerazione delle pratiche edilizie mediante la totale informatizzazione.
  • Piano di Accessibilità del Territorio con totale abbattimento delle barriere architettoniche, a partire dal centro storico e quindi dal Palazzo Comunale e dagli edifici di proprietà dell’Amministrazione. Tutti gli uffici pubblici dovranno essere accessibili alle persone diversamente abili ed anche agli anziani con difficoltà motorie.
  • Rendere il nostro paese più fruibile e vivibile da parte di una categoria di cittadini, i bambini, attori urbani che poco si considerano nelle scelte urbanistiche – territoriali. All’interno del progetto, saranno sviluppate tematiche di sicurezza urbana: massima attenzione ai pedoni, soprattutto nei punti di localizzazione delle infrastrutture dedicate all’istruzione (asili, scuole elementari e medie), con adeguamento della viabilità e segnaletica stradale specifica, ed inoltre con percorsi pedonali per bambini che collegheranno i punti principali del paese in massima sicurezza stradale.
  • Maggiore importanza alle aree verdi per attività ludiche e sportive,  Coinvolgimento delle scuole elementari e medie nei progetti sul territorio, in un’ottica di urbanistica partecipata fra l’Amministrazione e l’attore urbano bambino, primo fruitore delle scelte tematiche interne al progetto stesso.
  • Importante sarà la previsione di percorsi di collegamento tra centro storico e aree verdi .
  • Viabilità territoriale: concordare, con l’Ente provincia di Cosenza, una modifica al tracciato della ex SS 108 ter con ampliamenti di curve pericolose.
  • Tutela, cura e controllo dei giardini pubblici (anche attraverso volontari), perché non si trasformino in ricettacolo di rifiuti e in luoghi poco sicuri.
  • Salvaguardia del paesaggio come bene prezioso per una vita di qualità, come risorsa non rinnovabile e come elemento della nostra identità.
  • Controllo delle attività sul territorio per evitare discariche abusive, versamenti di liquami o di altri inquinanti nei corsi d’acqua e in campagna. Attenzione anche in città all’abbandono di rifiuti di ogni tipo accanto ai cassonetti.
  • Sensibilizzazione ed incentivazione in ordine alla raccolta differenziata, dell’uso della stazione ecologica e per il compostaggio domestico;  promozione di iniziative con gli alunni delle scuole elementari e medie.
  • Realizzazione del depuratore, sistemazione rete fognaria
  • Sistemazione degli acquedotti con particolare riguardo ai collettori.
  • Completamento e potenziamento valutazioni sul possibile risparmio energetico (lampade di ultima generazione) e riduzione degli sprechi.
  • Piano energia: sfruttamento delle fonti energetiche alternative ( fotovoltaico - solare termico – geotermico) sia per gli edifici pubblici sia per quelli privati, con pieno utilizzo dei relativi incentivi economici , anche attraverso la ricerca di forme di finanziamento agevolate per i cittadini interessati.
  • Definizione e attuazione del piano di “certificazione energetica” di tutti gli edifici pubblici al fine di perseguire un effettivo e concreto contenimento dei consumi di energia a carico del Comune.
  • Costante e particolare attenzione verrà riservata alla manutenzione ordinaria di tutte le strutture comunali (strade, illuminazione, cimitero, acquedotti, fognature, etc.) per avere un Paese sempre ordinato e gradevole, sia per i suoi abitanti che per gli ospiti.

 

4. SERVIZI SOCIALI E SANITA’

Il settore servizi sociali e sanità intende rispondere in maniera concreta ed efficiente ai bisogni del nostro territorio, fornendo interventi ed iniziative specifiche per gli anziani, i diversamente abili, i giovani, le famiglie e tutte le fasce sociali più deboli. Obiettivo prioritario del nostro operato, la qualità della risposta ai  diversi bisogni, si svilupperà  di concerto con le realtà che già si impegnano nel nostro territorio e con le risorse necessarie per costruire azioni rispondenti ai bisogni  stessi. A tal fine è assolutamente necessario introdurre meccanismi di verifica permanente di qualità dei servizi da parte dei cittadini utenti.

In concreto, ciò che si intende realizzare è:

  • Riconvertire  il centro anziani “Palazzo Rizzo” in un centro per tutti i bisognosi del paese, con servizi mensa, lavanderia, trasporto ecc - quindi  acquisto di automezzo, con l’istituzione di apposito servizio per le esigenze di spostamento di anziani ed inabili, per fruire di servizi socio-sanitari e per ogni altra necessità.
  • Promozione di iniziative rivolte alle famiglie ed agli adolescenti per prevenire situazioni di disagio e di  disadattamento.
  • Potenziamento  del servizio di assistenza domiciliare, finalizzato non soltanto alle esigenze di carattere assistenziale degli anziani, ma anche alla riqualificazione di un progetto  di vita globale.
  • Promozione di opportune iniziative a sostegno delle famiglie con soggetti affetti da malattie mentali.
  • Oltre alle tradizionali case di riposo, occorre intensificare i programmi per la realizzazione di alloggi protetti e per il centro diurno integrato.
  • Coinvolgimento degli anziani in attività socialmente utili, individuando interventi appropriati che rispondano alle esigenze di alcuni settori della collettività.
  • Azioni volte a favorire la partecipazione attiva dei giovani attraverso iniziative legate allo sviluppo artistico culturale e ricreativo.
  • Promozione e sostegno alla cultura dell’attività del Volontariato, dell’Associazionismo e della Cooperazione.
  • Azioni di sostegno convinto e forte per il mantenimento e il potenziamento dell’ “RSA- Rizzo”.

 

5. POLITICHE PER LA FAMIGLIA

La famiglia rappresenta una risorsa vitale per la nostra comunità: è condizione per l’equilibrio e l’integrazione delle persone; è capace di farsi carico di funzioni vitali; è il luogo dove si sperimentano e si trasmettono alle nuove generazioni valori sociali fondamentali come la solidarietà, la reciprocità, la gratuità, l’accettazione del diverso, l’accoglienza; ha la capacità di farsi carico di situazioni di disagio e di devianza. Consapevoli dell’importanza sociale delle nostre famiglie e del ruolo che l’Amministrazione comunale può esercitare al riguardo, intendiamo impegnarci a sostegno della famiglia sulle seguenti tematiche:

  • Sostegno ai genitori: maternità e responsabilità educative (prestiti d’onore - assegni di cura - sostegno alle ragazze madri in difficoltà - servizi integrativi per la prima infanzia)
  • Politiche tariffarie (sostegno per le famiglie numerose con agevolazioni fiscali e tributarie nonché sconti per i servizi fruiti da pluriutenze famigliari ed in presenza di disabili)
  • Casa e spazi urbani (agevolazioni in materia di oneri di urbanizzazione per chi costruisce, riservando una quota di alloggi a favore delle giovani coppie - buoni casa e contributi in conto interessi alle giovani coppie per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa)
  • Servizi a supporto della cura famigliare ( sostegno per le famiglie che hanno in carico la cura di disabili fisici e sensoriali ed altre persone in difficoltà)
  • Infanzia – educazione – istruzione (avvio di forme di auto aiuto tra famiglie – promozione di nuove ed efficaci forme partecipative dei genitori nei percorsi scolastici dei propri figli)

 

6. PUBBLICA ISTRUZIONE E CULTURA

La nostra lista civica si propone di sostenere la scuola come centro di promozione culturale – sociale e civile tutelando e favorendo il diritto allo studio per tutti i giovani, in particolare per i più meritevoli e bisognosi.

Gli obiettivi e gli interventi concreti che intendiamo attuare in questo settore, sono i seguenti:

  • Organizzazione di corsi di attività integrative, per allievi della scuola dell’obbligo, in collaborazione con la scuola, per il periodo estivo.
  • A fronte delle disponibilità finanziarie limitate nella scuola, sostegno ai progetti extra curriculari che coinvolgano l’educazione civica, sportiva, stradale, musicale e artistico-creativa .
  • Sostenere e finanziare tutte quelle attività ed iniziative scolastiche che abbiano come fine lo sviluppo ed il potenziamento delle competenze chiave (matematica-lingua-scienze).
  • Utilizzo dei PON per la formazione professionale extra scolastica rivolta a tutti i cittadini .
  • Iniziativa a favore degli alunni e relative famiglie per le attività di dopo-scuola e sostegno scolastico per gli allievi della scuola dell’obbligo con la possibilità di valutare l’istituzione del servizio di comodato (prestito libri – buono libro).
  • Verifica della piena funzionalità ed eventuale potenziamento del servizio di scuolabus.
  • Creazione di una biblioteca multimediale , luogo di studio e di incontro per i ragazzi,  con annesso Museo Etnologico per  valorizzare la memoria dei nostri Avi e le tradizioni locali in collaborazione con la scuola , che abbiano al centro la conoscenza, la presentazione e la diffusione del libro, con particolare riguardo per gli scritti e gli autori locali .
  • Infine una attenzione particolare verrà riservata all’ Università esistente nella nostra provincia  al fine di valorizzare e qualificare sempre più la sua presenza e la sua funzione sul territorio con l’istituzione di uno sportello UNICAL.

Nella promozione delle iniziative e delle attività culturali,  il nostro intendimento è quello di operare con criteri di sussidiarietà, valorizzando le proposte culturali delle associazioni e dei gruppi organizzati già esistenti, con forme di coordinamento e di sostegno, offerta di servizi, spazi e strutture adeguati.

 

7. TEMPO LIBERO SPORT TURISMO e POLITICHE GIOVANILI

Il programma di sviluppo turistico del nostro territorio deve essere coerente con gli indirizzi della programmazione regionale al fine di poter rientrare a pieno titolo negli ambiti a vocazione e potenzialità turistica individuati dalla Regione Calabria . Coerentemente con tale impostazione e per valorizzare in modo adeguato le nostre risorse culturali storiche ed ambientali, si individuano le iniziative che si intendono attuare:

  • Struttura polifunzionale per convegni, feste ed attività teatrali e di ritrovo da utilizzare per iniziative rivolte anche ai giovani ed ai turisti.
  • Segnaletica turistica territorio comunale di Campana.
  • Realizzazione area attrezzata per sosta camper e piscina polifunzionale.
  • Valorizzazione di percorsi pedonali ciclabili, piste di motocross attraverso la sistemazione di strade di campagna già esistenti, sentieristica a cavallo;
  • Creazione e sviluppo di percorsi per il trekking estivo .
  • Creazione , in accordo con l’Amministrazione Provinciale, delle strutture sportive e ricreative anche come attrattiva turistica.
  • Rilancio della CA.VE.SA con l’istituzione della “casa della caccia “ ( ritrovo di tutti i cacciatori locali e di quelli che vengono dal Nord e dall’estero con pernottamento, ristorazione, attività sportive e caccia in riserva, inoltre può diventare centro attrattivo sia per il turismo micologico che per il periodo primavera-estate per le persone anziane)
  • Regolamentare e disciplinare meglio l’uso delle strutture comunali e migliorare la funzionalità delle strutture sportive esistenti in accordo con le associazioni sportive.
  • Favorire la partecipazione dei giovani e dei cittadini alla pratica sportiva, sostenendo anche finanziariamente le attività promosse dalle associazioni sportive presenti nel comune al fine di creare una cultura dello sport per tutte le fasce di età come miglioramento della qualità della vita .
  • Riqualificazione della PROLOCO locale e istituzione delle sagre della castagna, del caciocavallo campanese e del cinghiale, al fine di attrarre turisti nel nostro paese.

 

8. VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO

Compito di una buona amministrazione è quello di valorizzare, potenziare e mantenere efficiente il patrimonio comunale acquisito nel tempo con la consapevolezza che tale buona gestione potrà portare in qualche caso risorse economiche utili.

Le iniziative in programma sono:

  • Adeguamento di tutte le villette presenti nel paese .
  • Rilancio Centro Storico con l’istituzione dell’albergo diffuso ( ristrutturare le case esistenti , creare una cooperativa di servizi e affittare le case a turisti interessati al nostro paese e alla nostra zona).
  • Realizzazione di una  sala convegni in una struttura comunale.
  • Sistemazione e integrazione del  parco macchine in dotazione del comune.
  • Sistemazione delle strade interpoderali e progettazione di nuove.
  • Rilancio del sito Pietre dell’Incavallicata ( inserirle in un circuito turistico di tour operator  che permette di far conoscere le nostre pietre in tutto il mondo, inoltre con la collaborazione dell’Università si può sviluppare lo studio per avere dati storici utili al rilancio del Sito.

 

 

9. ATTIVITA’ PRODUTTIVE – AGRICOLTURA E ZOOTECNIA

L’amministrazione darà piena disponibilità, nell’ambito delle proprie competenze, a collaborare e sostenere le realtà artigianali, commerciali ed imprenditoriali locali.

Nello specifico:

  • Promozione manifestazioni fieristiche ed artigianali anche attraverso il pieno utilizzo della Fiera della Ronza, facendola entrare tra le principali strutture fieristiche regionali.
  • Collaborazione con l’associazione commercianti e le  attività produttive per promuovere e valorizzare il nostro paese.
  • Sostegno alle piccole attività commerciali;
  • Creazione di Consorzi e Cooperative  per preservare e valorizzare il patrimonio costituito dai nostri boschi e castagneti con interventi fitosanitari anche con istituzioni regionali quali l’ARSSA .
  • Iniziative a sostegno di nuove forme di imprenditorialità, soprattutto giovanile, nel settore agricolo, allevamento e frutticoltura, con l’istituzione di fattorie didattiche per i turisti e le scuole , inoltre la transumanza può diventare un attrattore turistico notevole .
  • Nell’ambito della salvaguardia del territorio e del recupero dell’aspetto paesaggistico è necessario trovare risorse da destinare alla manutenzione dei terreni agricoli, nonché  per lo sfalcio dei prati, la manutenzione dei muri a secco e la pulizia degli alvei.
  • Sistemazione miglioramento e costruzione delle strade agro-silvo-pastorali e interpoderali con rifacimento dell’asfalto delle strade ( Torracca, Gammicella, Manganelle, Nepitetto, Crocca-Cariglite , Ficuzza e altre)

 

10. RIORGANIZZAZIONE DELLA MACCHINA AMMINISTRATIVA

Uno dei punti importanti per continuare nel rilancio del paese è  l’ organizzare della macchina amministrativa comunale e nello specifico:

  • riorganizzazione degli uffici e dei ruoli dei dipendenti comunali anche alla luce delle nuove stabilizzazioni
  • completare la stabilizzazione di tutti gli operatori LSU-LPU
  • fornire attrezzature idonee per espletare tutti il proprio lavoro
  • erogare  corsi di formazione per i dipendenti

 

 

Questo è il nostro “PROGETTO”  ….  Abbiamo obiettivi chiari che perseguiremo amministrando per il bene comune. Il disegno ambizioso che sta alla base della nostra proposta è quello di una Paese che riparte da se stesso, che entra nel futuro portando con sé il proprio passato, le proprie tradizioni e TUTTA la sua gente.

QUINDI IL FUTURO E’ NELLE TUE MANI…….

Il Candidato a Sindaco

Dott. Pasquale Manfredi

linkchecking powered by Union Development
0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

jDownloads Tree

Vocabolario

Visita o dai un contributo al nostro vocabolario delle parole e dei modi di dire

GuestBook

 Firma il libro degli ospiti 

Firma pure tu il nostro libro degli ospiti