Peppino Impastato 31 anni dopo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Il militante antimafia (che ispirò il film"I cento passi") fu ammazzato dalla mafia il 9/5/978

-------------
Ricordata la sua «voce libera»

Solo nel 2002 Badalamenti fu condannato all'ergastolo come mandante del delitto, per anni ritenuto un incidente

PALERMO - Trentuno anni fa veniva ucciso a Cinisi il militante antimafia Peppino Impastato, ammazzato dalla mafia il 9 maggio del 1978 dopo aver denunciato e sbeffeggiato dai microfoni della sua Radio Aut il capomafia Gaetano Badalamenti, «Tano seduto», la rete dei suoi collegamenti, anche con la politica, e dei suoi affari. Proveniente da una famiglia mafiosa, aveva rotto con il padre Luigi e la parentela e avviato un'intensa attività antimafia, di mobilitazione culturale e informativa. Un corteo seguirà simbolicamente la strada che Peppino percorse la sera dell'8 maggio 1978 dalla sede di Radio Aut, a Terrasini, a Casa Memoria Impastato: 4 chilometri lungo i quali venne fermato dai killer mafiosi per poi essere sequestrato e fatto saltare in aria sulla linea ferrata Palermo-Trapani. È il cuore dell'ottavo Forum sociale antimafia Felicia e Peppino Impastato in programma a Cinisi dal 7 al 10 maggio, su iniziativa dell'Associazione Peppino Impastato-Casa Memoria, del Centro siciliano di documentazione «Giuseppe Impastato» di Palermo e dell'Associazione Radio Aut onlus.

LA SENTENZA - Solo nel 2002 Badalamenti era stato condannato all'ergastolo come mandante del delitto, per anni archiviato come un incidente da inquirenti che avevano alimentato la tesi infondata di un attentato dinamitardo e terroristico che egli stesso stava preparando. L'anno prima era stato condannato il vice di Badalamenti, Vito Palazzolo. Nel 2000 la commissione parlamentare Antimafia ha approvato un relazione in cui si afferma che rappresentanti delle istituzioni hanno depistato le indagini. Recentemente, l'ultimo covo di Totò Riina, la villa in via Bernini a Palermo, è stato assegnato al Centro Peppino Impastato. Il forum è stato dedicato a tematiche di rilevanza sociale e politica (ambiente e salvaguardia del territorio, mafia e antimafia, lavoro e precarietà, neofascismo e nuove resistenze sociali).


09 maggio 2009

Fonte: Corriere della Sera

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

jDownloads Tree

Vocabolario

Visita o dai un contributo al nostro vocabolario delle parole e dei modi di dire

GuestBook

 Firma il libro degli ospiti 

Firma pure tu il nostro libro degli ospiti