Campana

Campana CS
Campana è un paese della Presila Cosentina, è situato a metà tra il mare e la montagna a circa 600 metri sul livello del mare, con una superficie di 116,68 kmq.

Gli abitanti vengono detti Campanesi e sono circa 2100.

 


 

Numeri utili
Municipio : Piazza del Parlamento, tel. 0983-93022 / 93191
Comando VV.UU. : c/o Casa Municipale tel. 0983-93277
Carabinieri : Via Piave, tel. 0983-93023
Guardie forestali: Via N. Ausilio, tel. 0983-93131
Ospedale: ASL n.3. Poliambulatorio, Via Insorti d'Ungheria, tel. 0983-968218
Guardia medica e poliambulatorio: presso l'Ospedale
Farmacia: Via Insorti d'Ungheria, tel. 0983-93000.

Agricoltura e pastorizia

Scritto da Salvatore Lepiane.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

AGRICOLTURA E PASTORIZIA

Fino ad alcuni decenni fa, l’agricoltura e le attività ad essa connesse, rappresentavano in molte zone, l’unica fonte di guadagno e di sostentamento per la maggior parte delle famiglie.
Le nostre campagne non erano in uno stato di abbandono come accade oggi: la terra era ben coltivata, ed anche i più piccoli lembi delle zone più impervie costituivano una ricchezza per le famiglie, che li possedevano.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Usi e costumi campanesi

Scritto da Salvatore Lepiane.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

USI E COSTUMI

CAMPANA nei primi anni del ’900.

Introduzione

Il popolo del nostro Paese, che conduceva una vita fatta di duro lavoro e di sacrifici, aveva in ogni occasione un suo tipico modo di esprimersi. Di ambizioni contenute, amante del semplice e del buono, si accontentava di quanto era necessario per vivere. Alla base del suo mondo stava la famiglia, i cui affetti erano sacri e la cui vita scorre sotto la protezione del padre, al quale era dovuta obbedienza e venerazione da parte dei figli e della moglie.
Grande la sensibilità religiosa, importante l’esercizio dei riti, per cui ogni evento notevole della vita si svolgeva con una cerimonia ben stabilita.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Vita campanese

Scritto da Salvatore Lepiane.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

VITA CAMPANESE

Ormai il tempo dei leggendari cappelli  a cono dai lunghi nastri di velluto svolazzanti dai pugnali dalle ampie lame e dai fucili dalle doppie canne damascate è scomparso da un pezzo. Il brigante calabrese è un mito ormai. Dal cappello alla calabrese ai boschi silani tutto era occasione a soggetto d’arte e di curiosità.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

La Sila

Scritto da Salvatore Lepiane.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LA SILA

La Sila, il più esteso raggruppamento della Calabria è piena di bellezze e di leggende, serva sacra fu detta dagli antichi, perché nutriva gli armenti di Giunone, la maglie di Giove il cui tempio S’innalzava sul promontorio Lacinio; selva famosa ricca di leggende e di paure, sede di numi e ricetta di briganti.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

La leggenda sulla storia della campana

Scritto da Salvatore Lepiane.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
La leggenda sulla “STORIA DELLA CAMPANA”


Perché il nome Campana all’ antichissima Kaliserna o Kalasarna?
Sicuramente la motivazione dovette essere molto importante o almeno legata ad una circostanza sensazionale cosa da preferire il nome apparentemente comune a quello antico e legato a vicende mitologiche ( leggenda di Filottète fondatore di Campana). Come e dove fu rinve1uta la leggendaria “campana” è ancora, in modo concorde, sulla bocca delle contemporanee generazioni, e trascritto in molti documenti storici,redatti da alcuni nostri contemporanei.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Cenni storici

Scritto da Salvatore Lepiane.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Notizie storiche

IL TOPONIMO KALASARNA
Sul versante Ionico della Calabria settentrionale sorge Campana. Ha intorno un’ampia giogaia di monti e davanti verso oriente, dopo un rincorrersi di piccole colline si intravede lo jonio dalle trasparenti acque. Storicamente é difficile stabilire con esattezza l’epoca dell’origine del paese, secondo alcune notizie sarebbe un paese di fondazione greca. Si sa con certezza che gli Enotri furono i primi abitanti delle nostre contrade. E’ da osservare, che i paesi collinari calabresi, Campana compreso, hanno origine assai più antiche e preesistevano alle incursioni dei musulmani come attestano i famosi reperti archeologici.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

jDownloads Tree

Vocabolario

Visita o dai un contributo al nostro vocabolario delle parole e dei modi di dire

GuestBook

 Firma il libro degli ospiti 

Firma pure tu il nostro libro degli ospiti